cocktail

Tradizione vs Panella: Kentucky Porto Sour

La primavera è la stagione dei fiori, della rugiada mattutina e del sole che tramonta proprio quando la serata comincia, magari con un aperitivo insieme ai nostri amici.

Panella con il suo spazio all’aria aperta e il suo buffet ricco e variegato è la giusta
location per un buon fine giornata in compagnia. Oltre a deliziare con tanti curiosi
assaggi di finger food, Panella offre ai clienti l’opportunità di riscoprire cocktail
tradizionali in una veste nuova, confermando la sua creatività anche sulla carta dei
drink.
Dall’originale Whisky Sour, antica ricetta appartenente alla storica famiglia dei sour, trae il sapore il Kentucky Porto Sour, un cocktail con pochi ingredienti ma
perfettamente equilibrato, capace di stupire anche coloro che non amano il whisky.
Furono i bartender d’america ad utilizzare per primi l’albume d’uovo nei loro drink
iniziando così a creare una serie di mix sour che vengono replicati oggi in tutto il
mondo.
La scelta dell’albume è dovuta alla sua capacità di esaltare tutti i sapori, le fragranze
di ciascun ingrediente di un mix e creare poi una texture morbida e soffice in
superficie.

La ricetta de Kentucky Porto Sour:

  • Whiskey Bourbon
  • Porto Rosso
  • Succo di Limone
  • Sciroppo di zucchero
  • Bitter Angostura
  • Albume di uovo

Alla ricetta classica del Whisky Sour con whisky, sciroppo di zucchero e limone, nel
Kentucky Porto Sour il barman ha pensato di aggiungere il Porto e qualche goccia di
Bitter Angostura in modo da equilibrare la dolcezza che il vino rosso poteva dare al
cocktail.

Una stravaganza da gustare! Il mix whisky&sour conquisterà anche voi? Scopritelo al prossimo Happy Hour!

Recent Posts
Contattaci

Inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Non leggibile? cambia il testo captcha txt